Vaccini nelle farmacie, arrivano i rinforzi

Ventimila al giorno. È il numero dei vaccini che quotidianamente saranno somministrati dalle farmacie di tutta la Regione Lazio. Sono infatti 1000 quelle che hanno aderito all’iniziativa e alle quali saranno fornite 20 dosi giornaliere del siero Johnson & Johnson.

 

Lo si legge nell’ultima circolare inviata da FederFarma Roma e in cui viene indicato che saranno 5 i giorni, dal lunedi al venerdi, con ogni farmacia che potrà quindi somministrare 100 vaccini a settimana. Numeri importanti ovviamente legati all’arrivo attesissimo dei flaconi di Johnson & Johnson. I vantaggi del siero della casa farmaceutica statunitense ci sono: intanto è prevista una sola dose e poi può essere conservato in un normale frigorifero con temperature dai due agli otto gradi. Anche Civitavecchia darà il suo contributo: senza considerare le sei ancora in dubbio sono circa dieci le farmacie hanno già aderito alla richiesta della Regione Lazio e dato la disponibilità ad effettuare le vaccinazioni presso i propri locali. Tra queste anche quelle comunali quindi Borgata Aurelia, Boccelle, Calamatta, Cisterna e Matteotti, che hanno seguito l’indirizzo dato dal nuovo presidente di Civitavecchia Servizi Pubblici, Fabrizio Lungarini. Alle cinque farmacie comunali potrebbe aggiungersi anche quella della stazione, chiusa ad inizio anno ma che potrebbe presto diventare un hub vaccinale. La campagna partirà nei primi 15 giorni di maggio. Una volta dato il via, le prenotazioni saranno disponibili attraverso il portale sul sito prenota vaccino della Regione Lazio, inserendo codice fiscale e numero della tessera sanitaria, come già è stato possibile fare per le diverse fasce d’età con le vaccinazioni effettuate nelle strutture sanitarie. Tra le strutture disponibili in cui fare il vaccino sarà possibile selezionare quindi anche le farmacie del Lazio e di Civitavecchia. Come annunciato dal presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti si inizierà con la fascia compresa dai 55 ai 60 anni.

Fonte: trcgiornale.it
Articolo visualizzato 197 volte