Covid, lo stop al siero Johnson & Johnson ritarda le vaccinazioni in farmacia

Era stata inizialmente programmata per il periodo che va dalla metà di aprile ai primi di maggio ma è destinata a slittare. Stiamo parlando della possibilità di essere vaccinati contro il Covid direttamente in farmacia. Il perché lo abbiamo chiesto al presidente di Federfarma Piacenza, Roberto Laneri.

“Lo stop momentaneo al vaccino monodose Johnson & Johnson – spiega Laneri – dopo la sospensione alle somministrazioni negli Stati Uniti per sei casi sospetti di trombosi e dopo che la stessa azienda farmaceutica statunitense ha deciso di  ritardare le consegne in Europa, complica non poco i piani. Nelle farmacie, infatti, avremmo utilizzato proprio quel tipo di vaccino, vista la sua capacità di conservarsi in frigorifero per tre mesi a temperature tra i 2 e gli 8 gradi, caratteristiche ideali per i piccoli ambulatori. A questo punto – prosegue – attendiamo di conoscere le valutazioni dell’Ema (Agenzia europea del farmaco, ndc) sulle eventuali problematiche e a quale fascia d’età verrà destinata la somministrazione con Johnson & Johnson nelle farmacie. Ad ogni modo, molti farmacisti piacentini – conclude Laneri – hanno già iniziato i corsi di formazione dell’Istituto superiore di sanità. Saremmo quindi pronti a partire”.

Fonte: liberta.it
Articolo visualizzato 504 volte